Pagina aggiornata con le modifiche apportate dalla Legge 23 dicembre 2014, n.190, c.d. "Legge di stabilità 2015", articolo 1, comma 251 - Dimostrazione del requisito di idoneità finanziaria per l'esercizio della professione di autotrasportatore per conto di terzi.
 
Ai fini dell'esercizio dell'autotrasporto per conto di terzi di persone o di merci con autoveicoli di massa complessiva superiore a 1,5 tonnellate, il combinato disposto dell'articolo 7 del regolamento (CE) 1071/2009 e del decreto legge 5/2012, convertito dalla legge 35/2012 prevede il necessario possesso dei requisiti di onorabilità, idoneità professionale e stabilimento, nonché la dimostrazione del requisito di idoneità finanziaria, mediante la prova della disponibilità di un capitale o di riserve per un valore di 9.000 euro per il primo veicolo e di 5.000 euro per ogni ulteriore veicolo utilizzato.
 
Con specifiche circolari e note interpretative il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha chiarito le modalità di attuazione delle predette disposizioni, prevedendo la possibilità di dimostrare il requisito in parola, in alternativa alla certificazione del revisore contabile sulla base dei conti dell'impresa, mediante attestazione fideiussoria rilasciata da istituti bancari, compagnie di assicurazione o intermediari finanziari a ciò autorizzati, ovvero mediante polizza assicurativa di responsabilità civile professionale.

L'Impresa rimasta aggiudicataria di un appalto deve prestare la cauzione definitiva a garanzia di tutti gli obblighi assunti con la firma del contratto stesso.
L'importo della cauzione è stabilito nella misura del 10% dell'importo dei lavori, al netto dell'eventuale ribasso d'asta.
In caso di aggiudicazione con ribasso d'asta superiore al 10% la garanzia è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 10%.
Ove il ribasso sia superiore al 20% la garanzia è aumentata di due punti percentuali per ogni punto di ribasso superiore al 20%.
Esempio:

  • ribasso   9% : fideiussione pari al 10% dell'importo contrattuale;

  • ribasso 18% : fideiussione pari al 18% dell'importo contrattuale;

  • ribasso 27% : fideiussione pari al 34% dell'importo contrattuale;

  • ribasso 26% : fideiussione pari al 52% dell'importo contrattuale.

La cauzione definitiva è progressivamente svincolata proporzionalmente all'avanzamento dell'esecuzione  dei lavori, nel limite massimo dell'80% dell'iniziale importo garantito.
Lo svincolo, nei termini e per le entità anzidetti, è automatico, senza necessità di benestare del Committente (Stazione Appaltante), con la sola condizione della preventiva consegna alla Compagnia garante, da parte dell'Appaltatore o del Concessionario, degli stati d'avanzamento lavori o di analogo documento, in originale o copia autentica, attestanti il raggiungimento delle predette percentuali di lavoro eseguito.
L'ammontare residuo, pari al 20% dell'iniziale importo garantito, è svincolato secondo la normativa vigente e, pertanto, la polizza sarà efficace sino alla data di emissione del certificato di collaudo provvisorio o di quello di regolare esecuzione o, in ogni caso, decorsi 12 mesi dalla data del certificato di ultimazione dei lavori.
Genere: Garanzie di contratto.
Richiami di legge: D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 "Codice dei contratti pubblici" e ss.mm.ii., art. 113 - Schema tipo di polizza: 1.2 D.M. 12 marzo 2004, n. 123.
Contraente usuale: Il vincitore della gara d'appalto.
Beneficiario usuale: Enti pubblici.
Durata iniziale usuale: Quella prevista dal contratto d'appalto.
Proroghe: Previste.
Clausole particolari normalmente richieste: Numerose pubbliche Amministrazioni richiedono condizioni particolari, che potranno essere rilevate dalla documentazione di gara. 
Documentazione specifica da produrre: Lettera di aggiudicazione - Lettera d'invito o bando di gara integrali - Disciplinare di gara - Capitolato speciale d'appalto.

 

Servizio fornito da Galgano Spa

La cauzione provvisoria è richiesta dal Committente (Stazione Appaltante) ad ogni Impresa che intende partecipare ad una gara d'appalto, ed ha lo scopo di garantire al Committente stesso la serietà dell'offerta e l'impegno dell'Impresa aggiudicataria a sottoscrivere il relativo contratto.
In conformità a quanto stabilito all'art. 48 del Codice dei contratti pubblici, la cauzione copre anche il mancato possesso da parte dell'Impresa partecipante dei requisiti tecnico-organizzativi ed economico-finanziari previsti nel bando di gara.
La polizza dovrà contenere l'impegno del Garante nei confronti dell'Impresa concorrente a rilasciare la garanzia di buona esecuzione (c.d. "definitiva") in caso di aggiudicazione.

Il sistema della cauzioni negli appalti pubblici assume un ruolo preminente e fondamentale per la tutela dell'interesse pubblico.
Il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (c.d. Codice dei Contratti) ha disciplinato in un unico corpus normativo le varie disposizioni in materia di appalti pubblici di lavori, servizi e forniture.
Il Codice ha, peraltro, riconfermato la distinzione tra le garanzie e le coperture assicurative richieste per la fase di aggiudicazione e quelle per la fase di esecuzione dell'appalto.
Per gli appalti di lavori, servizi e forniture, quindi, durante la fase di aggiudicazione dell'appalto, i concorrenti, a norma dell'art. 75 del D. Lgs. 163/2006, dovranno corredare l'offerta di una cauzione pari al 2% dell'importo indicato nel bando di gara o nella lettera di invito.
Scopo di questa fideiussione (chiamata cauzione provvisoria) è quello di garantire la serietà e la congruenza dell'offerta e, quindi, di evitare che per fatto riconducibile all'aggiudicatario non si giunga alla sottoscrizione del contratto.
Si procederà allo svincolo della cauzione provvisoria solo al momento della stipula del contratto d'appalto (art. 75 comma 8).

Pagina 1 di 3

Cerca su Edilpro

Richiesta informazioni

Required *

 

Edilpro.it è un servizio fornito da Nòema

Nòema di Michele Di Noia Via F. Fellini, 1 70029 Santeramo in Colle (BA) Rea BA 550012 - C.F. DNIMHL68E26F205V - P.I. 07331330725

Edilpro.it non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto e/o di eventuali variazioni.

© 2015 Your Company. All Rights Reserved. Designed By JoomShaper
Copyright © 2018 Edilpro.it - Portale dell'edilizia. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.

Questo sito usa i cookie per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Navigando sul nostro sito accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Per maggiori informazioni